La migliore ricompensa.

Caro Dario,

perdonami se non mi son più fatta viva, ma come dirti che a avevo perso il tuo libro dopo tanta attesa? Non lo trovai più pur cercandolo ovunque. Incolpai mia figlia, grande ladra di libri e non solo: “te lo sei portato a casa tua, almeno potevi farmelo leggere” le dissi, ma lei era innocente.acquerello

Seguirono varie vicende ed impegni lavorativi, ero incasinata come pochi, quasi per gioco disegnai e realizzai una piccola collezione di collane e come tutte le cose che faccio, così, quasi distrattamente, ebbe consensi. Sovente pensai al tuo libro, me lo ricomprerò, mi dissi.

Contemporaneamente c’era la ristrutturazione di quel buco di casa che comprai da portare avanti, mi porterà al suicidio, lo so! E il tuo libro ritornava nei miei pensieri. Era così assurdo che fosse sparito, volatilizzato nel nulla. Poi qualche mese fa il dolore entrò nella mia famiglia e in me. Qualche giorno fa triste e malinconica alla ricerca di far passare il tempo e di porre fine ad una giornata dilaniante, mi misi a rovistare tra scatole e cassetti alla ricerca del nulla e lui era li. “Come sei finito qua dentro?” gli dissi e mi misi a leggere…

Mi hai condotto in quella casa di cui ho sentito l’odore, mentre a volte, ero l’unica spettatrice seduta nella prima fila di un teatro tutto mio. Poi il viaggio nella poesia. Memoria, riflessione, consapevolezza. Amo lo stupore. Con Alexandra mi hai riempita, inquietante ed eterea, stupenda.

Posso solo dirti di continuare a farci viaggiare, a trasportarci.

Quanto a lui, il libro, penso che abbia deciso quando farsi leggere, ancora non so come sia potuto finire in quello scatolone tra le varie cose di un prossimo trasloco , certo è che mi ha dato l’opportunità di fermarmi, di riflettere e di ripartire, magari un poco ammaccata e dolorante, ma ancora sulla strada della vita.

Un forte abbraccio e grazie.

Una tua lettrice.

N.

Annunci

Informazioni su dario deserri

...on my own way home...
Questa voce è stata pubblicata in Come le Nuvole sopra Berlino, Letteratura, Senza categoria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...